È Ora la Geoingegneria

Finalmente a maggio si allentano le misure sanitarie che a lungo ci hanno tolto libertà e diritti, timidamente si recuperano brandelli di libertà, ma non scatta ancora l’ora della pace per gli esseri umani in Italia, scatta invece l’ora della geoingegneria.

Come sappiamo la Geoingegneria non è nata in questo scorcio di inizio estate 2022, ma in questi giorni da Nord a Sud del paese le scie sono scatenate, gli aerei passano e ripassano ripetutamente, caricando il cielo con sostanze igroscopiche e possiamo stare certi che pioverà soltanto quando lo vorranno i programmatori del clima, cambiando il tipo di sostanze da irrorare in volo.

La geoingegneria in Italia sta lavorando alacremente dal 2002 in seguito all’accordo di “Collaborazione Italia-Usa sui cambiamenti climatici”, ricordato più e più volte, firmato a Roma il 22/01/2002 tra Bush e Berlusconi, in qualità di Presidenti dei rispettivi governi.

Da allora sono partite in modo intensivo le così dette “scie chimiche” sempre negate dal Sistema, dai collaboratori mediatici, dagli alleati dei distruttori del Pianeta, della nostra civiltà e dell’essere umano. I finanziatori, gli esecutori e i sostenitori di questo scempio sono impegnati da vent’anni ormai nella sistematica distruzione del nostro ambiente, anche se vorrebbero farci credere di essere dei bravi benefattori preoccupati di quel riscaldamento globale che essi stessi producono e mantengono.

Gli uomini non alzano gli occhi al cielo, continuano a far finta di niente pur di non assumersi la responsabilità di vedere e di capire e, così facendo, permettono loro di proseguire indisturbati questa attività che ha prodotto incalcolabili danni ambientali e sociali, documentati nel corso di questi vent’anni da numerosi osservatori.

È una attività che non si è mai interrotta e che ha perseguito differenti scopi, portati avanti con maggiore o minore intensità. Ultimamente, da almeno un paio d’anni la geoingegneria è impegnata a scatenare siccità, bloccando, con le scie, una normale e naturale attività piovosa. E quest’anno hanno alzato il tiro, sia perché hanno scatenato un’onda di calore anticipata al 15 maggio, sia perché sembrano realmente intenzionati a non lasciare piovere, tanto che i principali corsi d’acqua sono già in sofferenza, le irrigazioni sono a rischio e siamo soltanto a giugno.

Nel 2021 questa siccità indotta terminò a luglio, con le alluvioni in Germania:

“Nel luglio 2021 in Europa si sono verificate alluvioni a causa di forti piogge, che hanno causato 180 vittime in Germania, 37 in Belgio e una in Italia. Nell’autunno successivo si sono verificati ben 30 eventi estremi in Sicilia con gli allagamenti di Catania, zona Etnea e Palermo.” (1)

Lega ambiente, ricorda che in tutta Italia: “Rispetto al 2020 nell’ultimo anno sono in aumento i danni da grandinate intense (17 rispetto ai 9 nel 2020) e le frane da piogge intense (13 rispetto alle 10 nel 2020), mentre allo stesso livello record i dati sugli allagamenti (97 nel 2021 e 102 nel 2020).” (2)

E quest’anno dove andranno a colpire?

La siccità sta compromettendo i raccolti, resi già difficili dalla qualità dei terreni sottoposti a irrorazioni, pieni di metalli pesanti inadatti alla coltura. Siccità e carenza alimentare vanno di pari passo: è carestia!

Dopo il terrore scatenato dalla pandemia, ecco di scena il terrore del riscaldamento globale e delle temperature micidiali, costruite e mantenute allo scopo di terrorizzare ed ecco servito lo spettro della carestia!

Non è un caso che le multinazionali siano così favorevoli all’alimentazione tramite insetti e che abbiano già preparato nei supermercati reparti adibiti a questo commercio alimentare. Ci convinceranno che sono tanto buoni e che ci fanno tanto bene! Saremo così buffoni da metterci anche a mangiare vermi e lombrichi? Cadremo nelle loro trappole persuasive? Ci lasceremo convincere dalla televisione, da qualche stupido scienziato capace, senza vergogna, di elogiare le mirabili proprietà degli insetti a tavola? Lasceremo i politici collaboratori proseguire il gioco con la coercizione? Non sarà difficile, lasciandogli distruggere tutte le altre coltivazioni!

Il grande reset è un obiettivo che le élite non abbandonano.

Allora, che fare?

Siamo obbligati a crescere, ad assumerci la responsabilità di essere all’altezza di ciò che siamo: uomini, dotati di Coscienza e quindi di coraggio, di capacità e di amore. Uomini destinati alla Libertà! Un destino che nessuno potrebbe toglierci se riuscissimo a riagganciarci alla nostra Coscienza, se ricordassimo il nostro lignaggio.

Dobbiamo rassegnarci ad accettare l’idea che queste élite sono dotate di elevatissima tecnologia per mezzo della quale hanno raggiunto, senza problemi, gli obiettivi previsti nel cambiamento climatico e nel controllo delle masse. Ma loro hanno solo quello, poca cosa rispetto alle nostre più nobili qualità di uomini risvegliati che consapevoli, potremmo in un attimo recuperare le condizioni di vita umane, spazzare via tutte queste disgrazie, ritrovare bellezza e dignità.

La consapevolezza deve entrare nella Coscienza degli uomini, la sola conoscenza mentale non aiuta a sufficienza. È ora di chiamare a raccolta tutte le migliori anime di buona volontà: dobbiamo salvare un pianeta, la sua storia, il nostro futuro. Dobbiamo salvare la Vita Umana sulla Terra.

Fonti:
(1) Wikipedia.org – Alluvioni in Europa del luglio 2021
(2) FocuSicilia.it – Clima nel 2021, record di eventi estremi in Sicilia, lo studio di Legambiente

Articolo di: Magda Piacentini